Random header image... Refresh for more!
    Comune di Bagni di Lucca Comune di Barga Comune di Borgo a Mozzano Comune di Coreglia Antelminelli Comune di Pescaglia

Nuovo Piano di Protezione Civile 2017 per la Media Valle del Serchio

►Eventuali osservazioni da parte dei cittadini possono essere inviate all’e-mail dell’Ente: info@ucmediavalle.it

[continua →]

maggio 4, 2017

Dalla Provincia tre nuove macchine insacchettatrici per gli eventi alluvionali

◙ L’Unione dei Comuni Media Valle del Serchio ed il Comune di Borgo a Mozzano gestiranno una delle tre macchine per fabbricare sacchetti di sabbia

[continua →]

dicembre 12, 2015

Inquinamento del Torrente Loppora a Fornaci di barga – vietato l’utilizzo dell’acqua per irrigare – 10 ottobre

ottobre 10, 2015

Approvato il 1° Piano di Protezione Civile della Media Valle del Serchio

Borgo a Mozzano 14.2.2014 – Una tappa di estremo significato è quella che si è celebrata quest’oggi presso la sede dell’Unione dei comuni della Media Valle del Serchio dove, nella seduta in programma del consiglio è stato portato in approvazione il primo piano intercomunale di protezione civile. A darne notizia è il Presidente Nicola Boggi che così ha commentato: “Portiamo con grande soddisfazione a compimento un progetto al quale abbiamo dedicato molte delle nostre energie: con questo piano completiamo un percorso di mesi costruito dal basso grazie alla partecipazione attiva dei nostri cittadini.”

Per la realizzazione del documento infatti è risultato particolarmente prezioso il contributo offerto da un campione di cittadini al quale è stato chiesto di condividere un percorso partecipativo tale da consentire loro, da una parte d’offrire un contributo reale alla sua stesura e dall’altra di migliorare nel suo complesso il sistema di comunicazione dell’emergenza.

Il piano è infatti un documento programmatorio ufficiale, pubblico e consultabile dalla cittadinanza; strumento essenziale per la valutazione dei rischi potenziali ed effettivi nei quali possono incorrere la cittadinanza, il territorio o le infrastrutture pubbliche e private. E’ infatti attraverso l’analisi dei rischi locali che vanno ad innescarsi le procedure che organizzano e predispongono gli interventi mirati a ridurre al minimo i danni provocati da un qualsiasi evento calamitoso.

“La conoscenza del rischio, dei livelli di vulnerabilità delle strutture nelle quali quotidianamente il cittadino vive o lavora e dei comportamenti individuali da adottare in caso di emergenza – commenta Boggi – sono tutti aspetti fondamentali del piano che nei nostri intendimenti vuole diventare strumento concreto per costruire una vera cultura della prevenzione: condizione irrinunciabile per vivere in sicurezza in territori come i nostri, negli ultimi anni in particolare, falcidiati da eventi meteorologici e sismici di estrema gravità.”

Nelle settimane appena trascorse ogni famiglia della Media Valle è stata raggiunta da un utile vademecum che riassume gli aspetti principali toccati dal piano intercomunale oltre ad evidenziare i numeri di telefono utili per l’effettuazione di eventuali chiamate di emergenza.

“Un ringraziamento pubblico – conclude il Presidente – sento di doverlo rivolgere a tutti i collaboratori dell’Unione, il responsabile della protezione civile Fabrizio Salani in testa, che con competenza e generosità ci hanno consentito di raggiungere questo storico obiettivo”.

 

febbraio 17, 2014